La crisi del matrimonio come valore sociale ha contribuito alla formazione di nuove costellazioni famigliari tra le quali troviamo:

  • Le coppie di fatto: indica la situazione di due persone che vivono insieme sotto lo stesso tetto come sposi, senza essere uniti in matrimonio (Barbagli, 1990).
  • Le famiglie monogenitoriali: sono famiglie caratterizzate da un solo genitore con almeno un figlio al disotto di 18 anni. I fattori che portano alla formazione di queste famiglie sono la separazione, il divorzio e in percentuale minore la vedovanza (Zanatta, 1997).
  • Le famiglie unipersonali: si caratterizza da persone che vivono da sole. I fattori che ne determinano la formazione sono legati spesso a periodi di transizione da una fase all’altra del ciclo vitale.
  • Le famiglie ricostituite: sono nuclei famigliari conviventi che comprendono figli di un precedente matrimonio o unione di fatto. Queste tipologie di famiglie sono tra le più complesse in quanto i figli hanno molteplici relazioni con diverse figure genitoriali. Infatti possiamo distinguere genitori biologici da genitori acquisiti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.