Fonte

Con il termine inglese stalking (o sindrome del molestatore assillante) si intende indicare un insieme di comportamenti molesti e continui, costituiti da appostamenti nei pressi del domicilio o degli ambienti frequentati dalla vittima; intrusioni nella sua vita privata alla ricerca di un contatto personale.

Vengono inoltre messi in atto pedinamenti continui, spesso la vittima subisce telefonate a carattere osceno, anonime o indesiderate; riceve continue lettere, bigliettie-mailmessaggi sul cellulare, regali e oggetti non richiesti.

Talvolta producendo scritte sui muri o atti vandalici con il danneggiamento di beni, in modo persistente e ossessivo, in un crescendo che può culminare in minacce scritte e verbali fino alle aggressioni fisiche con il ferimento o addirittura, l’uccisione della vittima. Questi comportamenti se vengono compiuti in modo persistente e tenace e tali da indurre anche solo paura e malessere psicologico o fisico nella vittima, sono dei veri e propri atti persecutori.

Leave a Reply

Your email address will not be published.